Call Us Icon Chiama 080 5722733   Contact Us Icon Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  facebook

Centro Acustico Bari Srl

 

ESISTE UN UNICO RESPONSABILE DELLA TERAPIA DELL’ACUFENE?

No. L’ideale è che si crei una rete o un’èquipe per l’acufene. Questa rete può includere, oltre agli audioprotesisti anche otorinolaringoiatri, otoiatri, medici di base e in certi casi psicologi/psichiatri, dietologi e perfino massoterapisti.

Gli otorinolaringoiatri/otoiatri possono essere d’aiuto nell’escludere eventuali patologie che possono provocare l’acufene. I medici di base possono aiutare fornendo informazioni su quali farmaci stia prendendo il paziente e sullo stato di salute generale del paziente.

Gli psicologi possono essere coinvolti nei programmi terapeutici di un paziente, a seconda della gravità e delle esigenze del particolare individuo. Nei casi più gravi, in cui l’acufene induce pensieri come il suicidio e/o influisce negativamente sulla salute mentale e sul benessere del paziente, l’intervento di uno psichiatra è fortemente raccomandato.

Alcuni studi hanno indicato che elevate dosi di sodio e caffeina possono aumentare l’intensità sonora dell’acufene. Per questi pazienti, diminuirne i livelli di assunzione può essere un modo per contribuire a ridurre gli effetti negativi dell’acufene. In questi casi si può prendere in considerazione il consulto di un dietologo.

Infine, per scopi di rilassamento, alcuni esperti di acufene hanno fatto ricorso a massoterapisti per massaggi rilassanti. Le tecniche di rilassamento sono talvolta considerate un metodo per contribuire a indebolire il circolo vizioso dell’acufene precedentemente illustrato.

Una rete di professionisti può essere molto utile per trattare un paziente affetto da acufene. Ciascuna disciplina offre conoscenze e capacità particolari che in definitiva possono apportare beneficio al paziente.